“La mia Lega era diversa”

Dario Galli analizza la "nuova" Lega, reduce da una tornata elettorale confortante, ma non entusiasmante

“Vorrei rivedere, al centro del nostro programma, lo spirito originario del Carroccio: il radicamento in un territorio settentrionale rispetto al quale si pone come sindacato politico”. Dario Galli sogna il ritorno alle origini della sua Lega: il fatto che alle ultime elezioni il Movimento abbia raccolto consensi nelle regioni del sud, ma abbia perso consenso nella roccaforte Varese, non gli piace.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.