“Le opere nascono vecchie per colpa della Burocrazia”

Il governatore Fontana, ospite di Upel a Villa Ponti, denuncia le lungaggini delle procedure, ree di inficiare il buon esito degli interventi

“A furia di lacci, lacciuoli, vincoli e tempistiche prolungate, le opere pubbliche finiscono per nascere vecchie, o superate. Il Paese non sarà mai davvero competitivo, finché gli iter ne mineranno lo slancio e gli sforzi infrastrutturali”. Così Attilio Fontana, a margine del convegno UPEL sul Diritto Pubblico dell’Economia.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.