Maroni assolto in Cassazione

La suprema corte ha considerato non configurabile il reato che aveva portato l'ex ministro a una condanna a un anno in appello

Roberto Maroni è stato assolto dalla Corte di Cassazione, nel processo che lo vedeva imputato e condannato in appello a un anno di reclusione.

Ne dà notizia l’agenzia Ansa, che fa riferimento al procedimento relativo ai contratti Eupolis: vicenda che risale al periodo in cui l’ex ministro era alla guida di Regione Lombardia.

Maroni era accusato di aver favorito persone del suo entourage, procurando loro contratti per incarichi ad hoc.

Tesi, quella accusatoria, che i Supremi giudici hanno respinto, considerando non configurabile il reato di concorso in turbata libertà degli incanti.
Assolti anche gli altri tre coimputati.

Ora la corsa verso Palazzo Estense dello storico esponente leghista, candidato sindaco di Varese, proseguirà a passo ancor più spedito.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.