Bertolaso, inchiesta covid: “Quando Roma ci abbandonò”

Il neo assessore regionale al Welfare entra in campo col coltello trai i denti e invoca una commissione che faccia chiarezza sulla gestione della pandemia all'epoca del Governo Conte (e Speranza). Sulle liste d'attesa: "Lavoreremo per stare sotto i 30 giorni"

Non sceglie di accarezzare gli argomenti, ma li affronta di petto. Non gioca in difesa, bensì all’attacco. Di un Governo, quello guidato da Giuseppe Conte, accusato di aver abbandonato la Lombardia all’apice della pandemia.

Guido Bertolaso debutta così da Assessore regionale al Welfare: col coltello tra i denti, invocando una commissione d’inchiesta sulla gestione nazionale del covid.

Sul fronte operativo, aggiunge al microfono di Lombardia Notizie, la priorità è tagliare le liste d’attesa.

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.