Coronavirus, Busto canta (la prima) vittoria

Dimesso dalla Terapia Intensiva un uomo di 43 anni, in ospedale dal 4 Marzo. Fondamentale il casco CPAP per favorire la respirazione: nel pomeriggio il suo trasferimento in reparto, dopo 13 giorni di battaglia

Di Covid-19 si guarisce. Sembra scontato, ma non lo è . E occorre gridarlo forte, perché se è vero che il coronavirus è pericoloso, aggressivo, rapido e di facile diffusione, è altrettanto vero che le buone notizie lasciano troppo spesso spazio a quelle cattive.

Ed eccola, dunque, la buona nuova di oggi. Riguarda un uomo di 43 anni, ricoverato al Pronto Soccorso di Alzano Lombardo  e trasportato all’Ospedale di Busto Arsizio (tra gli hub regionali per la cura della terribile influenza) lo scorso 4 Marzo. A causa di una  grave insufficienza respiratoria, l’uomo era stato trasferito in Terapia Intensiva e lì sottoposto a ventilazione meccanica, pronazione e supporto farmacologico del circolo.

Poi il graduale miglioramento, fino al 13 Marzo, giorno della estubazione. Oggi l’ufficializzazione del miglioramento e il trasferimento del paziente in reparto per il prosieguo della degenza.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.