Crisi virale, il “Piano Marshall” della CCIAA

Un milione di euro, strutture gratis, appelli al governo e a Regione Lombardia affinché abbattano le tasse e sostengano il sistema. Camera di Commercio risponde al coronavirus, a suon di concretezza e (relativo) ottimismo

Esportazioni a rischio, alberghi vuoti, aeroporti in caduta libera.

Il quadro economico italiano (e lombardo in particolare) è a tinte forti: sono i colori della crisi, della paura, delle macerie che le drastiche misure di emergenza rischiano di seminare lungo il nostro incedere, con una drammaticità molto più accentuata rispetto alla reale portata del coronavirus.

Per questo, in una sala di Villa Ponti elegante quanto spettrale, con poche sedie e molta Amuchina, distanze di sicurezza da binocolo e sporadiche strette di mano, la Camera di Commercio presenta il proprio piano di intervento: un accorto mix di cultura e finanza, ottimismo e concretezza, vestito dallo slogan #varesevasempreavanti. Obiettivo principe, restituire al sistema Paese la reputazione perduta.

E mettere sul piatto risorse importanti per sostenere il tessuto imprenditoriale.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.