Il Mullah assunto da Sciretta. Per un mese

Strana coincidenza: nel periodo di intensa collaborazione tra la Partecipata e l'impresa Essegì, Caianiello lavorò per Sciretta

Nino Caianiello lavorò per la ESSEGI’ Sciretta, impresa edile che lo assunse ai primi di Settembre del 2015. Il cosiddetto Mullah lasciò la ditta un mese dopo, a Ottobre. Nello stesso periodo, la ditta di Matteo Sciretta proseguiva un’intensa attività per conto di Aspem Reti, allora guidata dal caianielliano Ciro Calemme.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.