Vaccino e tensioni, il nodo dell’esenzione

Una donna, accompagnata alla Schiranna dal proprio avvocato, chiede di essere esentata, ma la pretesa vene definita "infondata" dal medico in servizio. Sullo sfondo, le ripercussioni lavorative del mancato green pass. Sul proscenio, una polemica che rischia di paralizzare gli hub

Polemiche all’hub vaccinale della Schiranna.

Al centro dell’attenzione, una signora, la quale pretendeva di essere esentata per motivi di salute che avrebbero sconsigliato la somministrazione.

Richiesta infondata, secondo il medico in servizio, che non ravvisava alcuna ragione clinica utile a giustificare l’esenzione.

In mezzo, l’avvocato della donna, autentico protagonista di questa mattinata e dell’episodio analogo avvenuto l’altro giorno all’hub di Malpensafiere, a Busto Arsizio. Si tratta di Alessandro Mario Malnati, membro degli Avvocati per la Costituzione, associazione nazionale che si batte contro l’obbligo vaccinale e che, per voce del professionista varesino, si era già espressa poche settimane fa, in un incontro di piazza contro il Green Pass.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.