“Parla con me”, le pediatre al telefono coi parenti

Le dottoresse Milan e Cardani sono temporaneamente in forza al reparto di Medicina ad Alta Intensità per fare da tramite ai pazienti ricoverati nelle comunicazioni con gli affetti più cari

Un’iniziativa apparentemente azzardata, che invece sta dando ottimi frutti. A dimostrazione di quanto l’esperienza maturata nei contesti dominati da bambini e ragazzi possa rappresentare un valore aggiunto nel rapporto con gli adulti.
Valentina Milan e Roberta Cardani, pediatre normalmente in forza all‘Ospedale Del Ponte e al team capitanato da Massimo Agosti, sono attualmente “prestate” alla Medicina ad Alta Intensità diretta da Francesco Dentali. Motivo del “distaccamento”, in uno dei reparti più coinvolti dalla battaglia contro il Covid-19, è il compito di fare da cerniera comunicativa tra pazienti ricoverati e parenti più stretti, attraverso una dose massiccia di telefonate e colloqui approfonditi utili a spiegare in termini semplici le condizioni dell’ospite, ma anche di tranquillizzare, confortare, consigliare.
Le due specialiste, che volontariamente si sono rese disponibili allo scopo con l’avallo del loro primario, stanno riscontrando l’apprezzamento degli interlocutori
I loro strumenti di lavoro sono ben riassunti nelle parole di Agosti e Dentali: “Notevole sensibilità e conoscenza clinica della materia”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.