A Scuola d’Estate, un “NO” musicale

La docente del Manzoni Caterina Cantoni trova sbagliato che si privi ragazzi e insegnanti di un periodo di stacco: "Quest'anno abbiamo faticato più del solito: non abbiamo programmi da recuperare. Ma energie"

“In tanti danno per scontato che un anno di DAD si sia risolto, ovunque, in una grande perdita di tempo. Per alcune materie sarà stato così, ma per chi, come me, insegna musica, è vero il contrario“.

Caterina Cantoni, violoncellista di grande talento nonché docente al Liceo Manzoni di Varese, risponde picche alla proposta (facoltativa) di tenere le scuole aperte a Luglio e Agosto: “Noi e i nostri ragazzi abbiamo fatto ancor più fatica del solito, non ci siamo risparmiati neanche un minuto e abbiamo portato a termine il nostro percorso nella modalità che ci è stata imposta. Ora meritiamo di riposare, non di restare in pista”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.