Erasmus non solo virtuale, la Francia a Cassano

Arrivano da Salbris, a sud della Francia, i due docenti che da settembre insieme a colleghi e studenti condividono attività didattiche sulla biodiversità con la scuola secondaria G.B. Maino di Cassano Magnago, nell'ambito del progetto europeo di scambio culturale e mobilità internazionale, il programma Erasmus+. Un primo passo verso il ritorno alla normalità e verso un'internazionalizzazione sempre più richiesta.

Dopo anni di pandemia e di continui posticipi obbligati sono finalmente arrivati i primi due docenti di nazionalità francese ospiti all’Istituto comprensivo Cassano Magnago 2 e in visita alla città, nell’ambito del programma europeo “Erasmus+” di cui la scuola secondaria Giovanni Battista Maino ha ottenuto il prestigioso accreditamento. Al centro delle attività didattiche e della collaborazione tra la scuola cassanese e l’istituto scolastico francese a sud di Parigi, il tema della biodiversità. Il 3 e il 4 maggio sono attesi gli studenti della scuola francese di Salbris. Il progetto comunitario Erasmus+, prevede anche l’opportunità per 10 docenti cassanesi di ricevere una formazione in inglese e aumentare la propria competenza linguistica. Tappa irrinunciabile nella giornata programmata dei due insegnati francesi. oltre alle scuole coinvolte e l’incontro con le istituzioni, la visita ad uno dei patrimoni storici e culturali cittadini, la settecentesca Villa Oliva, con il suo enorme e bellissimo parco.

Ai nostri microfoni: Frederick Bonnet – Doc. Scienze Collège Gaston Jollet di Salbris Antonella Fossa – Referente Commissione Internalizzazione Ist. scol. Maino Nicola Poliseno – Sindaco di Cassano Magnago

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.