Covid, storie di vita vissuta. In corsia

Il Gruppo "Lontani ma non soli", nato per supportare gli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio durante l'emergenza Coronavirus, propone una diretta Facebook che vedrà protagonisti medici e infermieri. Obiettivo, informare e sensibilizzare adulti e ragazzi

Dimesso dal reparto Covid dell’ospedale di Gallarate, dopo settimane di malattia e di sofferenza, Daniele Mariani, samaratese, decide di darsi da fare per aiutare i pazienti ancora ricoverati. Nasce così il progetto LONTANI MA NON SOLI che ha permesso di supportare concretamente gli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio. Al presidio di Gallarate, nelle scorse settimane, grazie alla collaborazione dell’associazione SAMARATE LOVES BOOKS e della Protezione Civile, sono stati distribuiti un centinaio di libri. Ma non solo, il passaparola sui Social ha permesso di raccogliere fondi utilizzati per acquistare dei tablet.

E finisce qui, La raccolta fondi ha consentito anche l’acquisto di piccoli frigoriferi da distribuire tra le varie camere della terapia intensiva dell’ospedale di Busto Arsizio. “Ora vogliamo puntare sull’informazione”, dice Mariani. “Coinvolgere un pubblico ampio e far capire a tutti – adulti e ragazzi – che non possiamo permetterci di abbassare la guardia e che solo rispettando le regole si potrà tornare alla normalità”. Da qui l’idea di organizzare una diretta Facebook sulla pagina LONTANI MA NON SOLI, insieme ad altre associazioni quali LO SPORTELLO AMICO di Cardano al Campo, e in programma giovedì 4 giugno alle 20:45. Relatori medici e infermieri, pronti a raccontare storie di vita vissuta, tra le corsie degli ospedali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.