Il dono della parola e l’arte dell’ascolto

Aprirsi all'interlocutore, chiave di volta di tanta terapia, è possibile solo se le persone che faticano ad esprimersi pienamente trovano, nell'interlocutore, la capacità di accogliere senza giudicare

E’ più importante parlare o ascoltare? A parità di sensibilità ed empatia, Erika Minazzi assicura che il buon terapeuta è quello che, prima di esprimersi, si pone all’ascolto del proprio interlocutore in modo rispettoso e non giudicante. Solo così riesce ad “estrarre” da chi soffre, o da chi presenta un nodo difficile da sciogliere, ciò che grava, ingombra, duole.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.