Cadario, sulle note della ripartenza

Il direttore d'orchestra racconta a Matteo Inzaghi il ricco calendario di concerti che lo attende da qui ai prossimi mesi. E si sofferma sull'effetto della pandemia sul comparto dell'Arte e della Cultura

Teatro Carlo Felice di Genova, Royal Opera House Muscat, Teatro Regio di Torino, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Dal Verme, Teatro Verdi di Firenze, Teatro Auditorium Manzoni di Bologna, Auditorium Parco della Musica di Roma.

Sono solo alcuni dei prestigiosi teatri che, nella prima parte di quest’anno, vedranno sul proscenio Alessandro Cadario, direttore d’orchestra di grande esperienza e notevole prestigio, musicista eclettico nel repertorio e attento alla prassi esecutiva dei diversi stili.

Intervistato da Matteo Inzaghi, il Maestro ripercorre questi ultimi due anni a dir poco difficili e presenta la grande sfida che lo attende a Maggio, quando dirigerà  lo spettacolo l’Eredità dei Giusti in scena anche al Piccolo Teatro di Milano scritto per commemorare Falcone e Borsellino dei quali ricorre il trentennale dalla morte.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.