Due anni di Covid. E di “libertà vigilata”

Parla Riccardo Manzotti, filosofo e scrittore, critico della primissima ora nei confronti delle misure anti covid. A due anni dalla nostra prima intervista, ecco il suo bilancio di questo lungo periodo di emergenza e privazioni

Riccardo Manzotti, filosofo e scrittore, racconta a Matteo Inzaghi questi ultimi due anni, tra pandemia e privazioni:

Mi sono vaccinato perché rispetto le regola e perché dovevo lavorare, ma la sottrazione di libertà cui ci stiamo pericolosamente abituando mi preoccupa“.

E ancora: “Noi siamo vite, non semplici corpi“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.