Impresa da incubo, Lunghi: “Meno tasse, più credito”

Il presidente della Camera di Commercio invoca una cauta ma graduale riapertura: "Noi pronti a dare il massimo, ma Stato e banche facciano la loro parte". Dure critiche al Ministro per il Mezzogiorno. Codici ATECO: "Scarsa chiarezza"

“Avevamo messo sul piatto un milione di euro, raddoppiati grazie a Regione Lombardia. Ma il quadro si è ulteriormente aggravato, quindi siamo pronti a dare molto di più, a patto che Stato e banche facciano la loro parte”.

Così Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio di Varese, nella lunga intervista rilasciata a Matteo Inzaghi. Un colloquio schietto e pervaso di comprensibile preoccupazione per un quadro economico sempre più tetro. Il numero uno dell’ente invoca una cauta ma graduale riapertura di alcune attività, critica la comunicazione istituzionale sui codici ATECO e attacca duramente il Ministro per il Mezzogiorno, che nei giorni scorsi ha promesso risorse “per sostenere chi opera in nero“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.