Somma, il comune digitale #258

Il Sindaco Stefano Bellaria presenta il nuovo sportello telematico polifunzionale, che permette ai cittadini di presentare le proprie pratiche comodamente da casa, evitando lunghe code negli uffici

1

SOMMA, IL COMUNE DIGITALE 

 

Iscrivere il proprio figlio a scuola, conoscere lo stato della propria pratica edilizia, comunicare direttamente con il Comune. Da oggi, a Somma Lombardo,  si potrà fare tutto online senza muoversi da casa o dall’ufficio. È questa la novità introdotta con il nuovo Sportello telematico polifunzionale attivato dall’amministrazione comunale. Saranno sufficienti un dispositivo connesso ad internet (pc o smartphone) e ogni pratica potrà essere presentata in qualunque momento, attraverso una procedura guidata e digitale.

La pratica presentata online sostituisce quella in formato cartaceo: questo è possibile poiché il sistema rispetta quanto previsto dal Codice dell’amministrazione digitale. 

Il nuovo sportello telematico sarà presentato alla cittadinanza con un incontro pubblico in programma sabato primo febbraio in Sala polivalente.

https://sportellotelematico.comune.sommalombardo.va.it/

 

2

TUTTISCRITTORI 2020, EDIZIONE… A COLORI 

 

A Somma Lombardo torna TUTTI SCRITTORI, il concorso letterario organizzato dall’Associazione Pro Loco Coarezza, con il patrocinio del Comune, di Provincia di Varese, di Regione Lombardia e del Parco lombardo della valle del Ticino.

I partecipanti dovranno inviare un racconto inedito che prenda ispirazione dal titolo prescelto per l’edizione 2020: L’APPUNTAMENTO.

Tra le novità dell’edizione 2020, anche la collaborazione con o ragazzi del laboratorio di pittura dell’Anffas, che coloreranno il concorso con i loro dipinti.

 

3

UN PONTE DI LIBRI 

Un ponte di libri. E’ il titolo della mostra-convegno e di in una serie di eventi formativi che si susseguiranno su tutto il territorio provinciale per ricordare il 70° anniversario della fondazione della biblioteca di Monaco di Baviera ad opera di Jella Lepman, giornalista ebrea perseguitata dai nazisti e fuggita con i suoi due figli da Stoccarda a Londra nel 1935. La donna – sopravvissuta – trova nella Germania distrutta del 1945 la sua missione: contribuire a ricostruire per le nuove generazioni. La mostra rimarrà visitabile fino all’otto febbraio in biblioteca a Somma Lombardo. Il 31 gennaio alle 21, invece, in sempre in biblioteca, verrà proposta la conferenza 1945\1946: UN’EUROPA DA RICOSTRUIRE, a cura di ANTONIO ORECCHIA.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.