Sacro Monte e Baroffio, giallo museale

Le repentine dimissioni della dottoressa Marazzi svegliano parecchi interrogativi

Tensioni culturali scuotono il Sacro Monte. Laura Marazzi, Concervatore del Museo Baroffio e del Santuario, si è improvvisata dimessa. Una notizia che piove come una doccia gelata sull’incedere artistico della vetta sacra, reduce dall’avvio del polo museale, cabina regia unica per le diverse realtà di pregio presenti nel borgo. Sulle ragioni del passo indietro, al momento, bocche cucite o dichiarazioni di circostanza. Che rassicurano, ma non spiegano.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.