Coronavirus, l’Italia vista da fuori

Stefania Cappellari, varesina che da quasi tre anni vive e lavora a Formentera, racconta la sua esperienza: la sua paura per i genitori rimasti in Italia e la situazione spagnola. "Il sistema sanitario è in grande difficoltà" - dice

Mentre in tutto il Paese l’emergenza Coronavirus mette in crisi il sistema sanitario e fa traballare l’economia, gli italiani all’estero (per motivi di studio o di lavoro) ci osservano, si preoccupano, si interrogano sul futuro. 

E’ il caso di Stefania Cappellari, cresciuta in provincia di Varese (a Cavaria con Premezzo) e da due anni e mezzo in Spagna, a Formentera, dove lavora in una banca. “Inizialmente” – dice – “non è stata percepita la portata del fenomeno. Gli spagnoli hanno sottovalutato il problema e hanno pensato che mai il virus sarebbe arrivato anche da loro”.

E invece il Coronavirus è arrivato anche in Spagna, diffondendosi soprattutto a Madrid, dove i contagiati hanno superato quota 10mila . 

Ora Formentera è isolata, completamente. Il Porto è stato chiuso e viene consentito solo l’arrivo della merce e il trasporto dei malati, se necessario spostarli all’ospedale di Ibiza. “Fortunatamente qui sull’isola non sono stati registrati ancora casi di Coronavirus”- dice Stefania. “Ma la sanità spagnola è in grande difficoltà”.

“La più grande paura è quella per il futuro” – conclude Stefania. “Formentera vive di turismo e – visto quello che sta accadendo – temiamo che la stagione estiva ne risentirà pesantemente”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.