Shopping, il nuovo corso

"Nessun obbligo di sanificazione degli abiti. Ma il rigido rispetto della distanza di sicurezza e l'utilizzo obbligatorio dei dispositivi di protezione individuale". Parla Milena Betto, consigliera Ascom e storica negoziante di Gallarate, a circa due settimane dalla riapertura dei negozi di abbigliamento

Proteggere naso e bocca con la mascherina, rispettare la distanza di sicurezza  (anche in coda ai camerini), disinfettare le mani con appositi gel. E’ lo shopping ai tempi del Coronavirus. 

Speravamo di poter alzare le nostre saracinesche il 4 maggio, dice Milena Betto – consigliera Ascom e storica negoziante di Gallarate. Invece, dovremo attendere il 18. Siamo preoccupati, ma abbiamo voglia di ricominciare. Con nuove idee e con l’obiettivo di soddisfare tutte le richieste dei nostri clienti. 

Insomma, entusiasmo e grinta non mancano. Ora, largo alle regole: il Governo ci chiede di mantenere puliti e areati i nostri negozi e di evitare affollamenti. Nessun riferimento, invece, alla sanificazione dei vestiti – prosegue Betto. 

 

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.