OJM riapre: “Nuovo slancio, nuove opportunità di lavoro”

Dopo due mesi di chiusura, L'Agenzia riapre gli uffici di Gallarate, forte di notevoli investimenti sul fronte della sicurezza. Rasizza: "L'emergenza apre inediti spazi: assunto stamattina un addetto alla sanificazione. Fino a ieri percepiva il reddito di cittadinanza"

Forte di un notevole investimento per mettere in sicurezza le sue 130 filiali sparse in tutta Italia, Openjobmetis riapre il suo quartier generale di Gallarate, accogliendo (scaglionati e protetti da mascherina) la metà dei suoi dipendenti: 60 su 120. L’altro 50%, infatti, continuerà a lavorare da casa, al fine di evitare assembramenti.

Rete55 ha visitato di prima mattina la sede così come rinnovata. Ingresso a turno, distributore di gel igienizzante all’entrata, controllo elettronico della temperatura, percorsi obbligati per evitare incontri, sportelli in plexiglas e visiere fornite, insieme ai disinfettanti a ciascun collaboratore.

Rosario Rasizza, a sua volta reduce dal Covid, ci accoglie al nostro arrivo e ci accompagna negli uffici e lungo i corridoi per illustrarci i tanti interventi e la costante sanificazione, affidata a un nuovo assunto: un esperto che, da oggi, si occuperà costantemente di garantire la massima igiene degli ambienti di lavoro. “Fino a ieri – racconta l’amministratore delegato di OJM – il nostro nuovo collaboratore percepiva il Reddito di Cittadinanza: ora inizia una nuova vita professionale“.

Una svolta individuale che può dire molto anche sul piano collettivo. Prosegue l’AD: “La crisi innescata dal lockdown sta provocando effetti drammatici sul lavoro, ma sta anche aprendo nuovi spazi e nuove opportunità. Così come esistono settori in forte crisi, ve ne sono altri in determinata affermazione”.

Il vertice dell’Agenzia, riconosciuta dal Ministero e quotata in Borsa, non si riferisce solo agli addetti alla sanificazione, ma anche agli esperti di dispositivi di protezione e agli operatori tecnologici funzionali allo smartworking, solo per citare alcuni esempi.

Naturalmente, servono indicazioni, credenziali, formazione. “E noi siamo qui per questo”, chiosa Rasizza.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.