“Le sciarpe di Antonia scaldano il futuro dei meno fortunati”

Domenica 20 Novembre, in Piazza San Vittore, sarà possibile acquistare le morbide sciarpe biancorosse dell'associazione Varese in Maglia. Il ricavato andrà a benefico della quotidianità dei minori ospiti di Casa Sant'Antonio

Se c’è una persona che,  in questi anni, ha saputo dare alla solidarietà un volto metaforico, capace di resistere alla prova del Tempo, è senz’altro Antonia Calabrese, timoniera di Varese in Maglia, che traduce l’amore per gli altri attraverso il linguaggio del ricamo e del tessuto, del colore e della “ricucitura”: fisica e sociale, emotiva e benefica.

Domenica 20 Novembre, all’ombra del Bernascone, sarà possibile nuovamente avvolgersi di generosità per sostenere una buona causa: quella della Cooperativa San Luigi, che attraverso la sua gemmazione per minori, Casa Sant’Antonio, ha appena inaugurato una seconda sede a Bizzozero (per rivedere il servizio, clicca qui): abitazioni che per accogliere i ragazzi e infondere loro fiducia e calore non necessitano solo di tetti e di mura, ma di anima.

I modi per contribuire, quindi, sono tanti: donare cose o denaro, tempo e partecipazione attiva, magari presentandosi in Piazza San Vittore e, acquistando una sciarpa biancorossa, alzare l’asticella di una sfida che ha già collezionato successi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.