Tradate, in scena “Universi Sensibili”

Un progetto che unisce la passione per l'arte con la dimensione sociale e aggregativa della conoscenza reciproca. Se ne parla a Varese in Rosa. Con Michela Prando

Ognuno di noi è un mondo sensibile, fatto di emozioni – paure – sogni – speranze. 

E l’unione di questi mondi, che nasce dal contatto – dalla conoscenza reciproca e dalla scoperta, permette la nascita di UNIVERSI SENSIBILI, tutti da scoprire.

Si chiama proprio così il progetto della cooperativa L’ARCA di Tradate, che da anni si occupa di disabilità fisiche e cognitive. 

Nei fatti, i ragazzi della cooperativa, in tutto sono una sessantina, si danno da fare con numeri di giocoleria, che permettono loro di esprimersi – di divertirsi e di imparare nuovi movimenti.

Tutto prende spunto da alcune parole chiave che proprio gli stessi ragazzi mi hanno suggerito” – dice l’insegnante di teatro Michela Prando, ospite di Varese in Rosa.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.