Omicidio di Willy Monteiro.

Il sociologo Mario Pollo: “È la de-umanizzazione dell’altro a ‘legittimare’ la violenza”

Coltivare la violenza per la violenza

Nella cultura contemporanea non vengono più veicolati valori trascendenti.

Come si può intervenire?

Individui deboli e privi di interiorità, che attraverso la violenza esercitano un dominio per sentirsi forti. Senza comprendere la gravità delle proprie azioni e la sofferenza nelle vittime considerate “simulacri vuoti”. L’antropologo e pedagogista analizza l’omicidio di Willy Monteiro e l’urgenza di educare a relazioni autentiche e al valore della vita

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.