Ares Federici, dal Giappone con tranquillità

Il ginnasta della Nazionale e della Pro Patria Bustese, ospite di Filippo Brusa nell'undicesima puntata di Vincere, snocciola i nomi dei suoi maestri giapponesi, riassume la sua filosofia di vita, racconta l’intensa quotidianità, fatta di duro lavoro in palestra ma anche di studio, e confida la sua aspirazione: partecipare alle Olimpiadi del 2014 a Parigi

«La vittoria è la tranquillità con se stessi» ama ripetere Ares Federici, ginnasta della Nazionale azzurra, che ha 19 anni e un lungo vissuto in Giappone, dove si è diplomato. L’atleta di Busto Arsizio è stato nel Paese del Sol Levante per cinque anni, insieme alla famiglia, e poi da solo, proprio durante l’esordio della pandemia di Covid-19, maturando e acquisendo forza interiore.
Già medaglia d’oro agli assoluti di Napoli nel corpo libero e nel volteggio, è diventato Campione d’Italia con la Pro Patria Bustese, che al PalaVesuvio ha conquistato il primo scudetto della sua lunga storia domenica 16 maggio 2021. E, all’indomani della puntata di Vincere di cui è stato protagonista, è partito per Varna, in Bulgaria per partecipare alla Coppa del Mondo di specialità in programma dal 27 al 30 maggio.
Nel corso della trasmissione di Filippo Brusa, Federici snocciola i nomi dei suoi maestri giapponesi, riassume la sua filosofia di vita, racconta l’intensa quotidianità, fatta di duro lavoro in palestra ma anche di studio, e confida la sua aspirazione: partecipare alle Olimpiadi del 2014 a Parigi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.