Salò di Pasolini, un “horror” senza tempo

Nuova puntata della serie di CineAmando dedicata al regista e, in questo caso, al suo ultimo film, proiettato poche settimane dopo la sua barbara uccisione. Ospite, un "biologo del cervello"

“Salò o le 120 giornate di Sodoma” fu proiettato per la prima volta a Parigi il 22 Novembre 1975.

20 giorni prima il regista Pier Paolo Pasolini veniva barbaramente ucciso in un agguato-pestaggio che ancora oggi rappresenta un atroce mistero tutto italiano.

Di quel film parleremo a Cineamando, venerdì 23 Aprile alle ore 23.30, con Roberto Villa e Tancredi Militano, biologo e profondo conoscitore delle reazioni emotive che quel film, censurato per due anni e che, ancora oggi, risulta insopportabile agli occhi e allo stomaco di molti spettatori. 

Per rivedere le altre puntate dedicate a Pasolini, clicca i seguenti link:

Pasolini e il Cinema

Pasolini e la Fede

Pasolini e Roma

Pasolini e la Trilogia della Vita

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.